FEDERAZIONE SCACCHISTICA ITALIANA – COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

 

Regolamento Calendario Regionale

Modalità di autorizzazione dei tornei

Aggiornato al 4 settembre 2006

 

 

1.      Competenza delle autorizzazioni dei tornei

1.1 Secondo i Regolamenti federali vigenti, spetta al Comitato Regionale autorizzare:

-tutti i tornei validi per le variazioni Elo FSI/FIDE il cui inizio sia compreso dall’1 ottobre al 31 maggio (week end e fasi provinciali e regionali del C.I.A., tornei “chiusi” anche valevoli per il conseguimento di norme internazionali);

-i tornei “giovanili” nell’ambito del C.I.16, C.I.S U16 e GSS in tutte le previste fasi di qualificazione;

-tutti i semilampo valevoli per variazioni Elo Rapid disputatisi in qualunque periodo dell’anno (rientranti o meno nel Campionato Regionale Semilampo).

 

1.2 Spetta alla Federazione Scacchistica Italiana autorizzare (sentito il parere del Comitato Regionale):

- i tornei validi per le variazioni Elo Italia/Fide che hanno inizio dall’ 1 Giugno al 30 Settembre di ogni anno;

-le Finali dei vari Campionati Nazionali (occorre in questo caso presentare una candidatura secondo le modalità previste dagli specifici regolamenti dei Campionati).

 

2.      Modalità e termini di richiesta di autorizzazione

2.1 Coloro che intendono organizzare un torneo della tipologia descritta nel punto 1.1 (tornei competenza del Comitato Regionale) devono compilare l’apposito modulo scaricabile dal sito www.scacchiemiliaromagna.it (menu Struttura – Regolamenti) ed inviarlo al Comitato Regionale (indirizzo comitato@scacchiemiliaromagna.it - fax 059/237036).

2.1.1 Per i tornei valevoli per variazioni elo e semilampo CRS si raccomanda un invio della richiesta almeno 7-8 mesi prima della loro effettuazione. In tali casi il Comitato si riserva di vagliare tutte le proposte pervenute e di inserire in Calendario Regionale quelle approvate non più tardi di 6 mesi prima della data della loro effettuazione.

2.1.2 Tutti i tornei della tipologia del punto 2.1.1 richiesti con preavviso inferiore ai 6 mesi dalla data di effettuazione potranno essere approvati dal Comitato con procedura d’urgenza solo se la data richiesta sarà libera da manifestazioni già autorizzate o l’eventuale sovrapposizione venga ritenuta non dannosa per esse.

2.1.3 Il termine di presentazione delle candidature per le fasi regionali del CIA, dei CIU16, dei GSS, del CIS U16, della CERG per l’anno 2007 è fissato per il 30/11/2006. Le candidature dovranno essere presentate sul modulo di cui al punto 2.1.

2.1.4 Saranno ignorate le richieste di autorizzazione che non avvengano con la procedura sopra descritta.

 

2.2 Coloro che intendono organizzare un torneo della tipologia descritta nel punto 1.2 (tornei competenza della FSI) devono compilare l’apposito modulo scaricabile dal sito www.federscacchi.it  (menu Documenti - Modulistica) ed inviarlo all’indirizzo calend@federscacchi.it e contestualmente in copia al Comitato Regionale (indirizzo comitato@scacchiemiliaromagna.it ).

 

3.      Linee guida per l’autorizzazione dei tornei da parte del Comitato Regionale

3.1 Il Comitato Regionale, nel suo compito istituzionale di promuovere e disciplinare l’attività scacchistica federale in regione, ritiene vitale per lo sviluppo del movimento scacchistico l’organizzazione di un numero significativo di tornei e di eventi, ma reputa necessaria una loro regolamentazione, nell’interesse primario delle Società affiliate e dei soggetti che organizzano dette manifestazioni nel rispetto delle norme federali vigenti.

Il Comitato Regionale, nella decisione di autorizzare o respingere un torneo si atterrà, in maniera indicativa ma non vincolante, alle linee-guida contenute nel presente articolo.

 

3.2 Potranno essere autorizzate le sole manifestazioni organizzate o promosse da Società regolarmente affiliate alla FSI per l’anno in corso. Eventuali tornei organizzati o promossi da altri soggetti potranno essere autorizzati se nel comitato organizzatore del torneo sia presente almeno un tesserato esplicitamente indicato dal Presidente della sua Società di appartenenza; quest’ultimo sarà ritenuto dal Comitato Regionale il primo referente della buona organizzazione del torneo.

 

3.3 Non potranno essere autorizzate due manifestazioni concomitanti entrambe valevoli per le variazioni elo FSI/FIDE. Fanno eccezione le fasi provinciali CIA e tornei dedicati ad un limitato gruppo di giocatori (es. tornei chiusi) che non possano ragionevolmente interferire con un’altra concomitante manifestazione valevole per variazioni Elo.

 

3.4 Non potranno essere autorizzati due tornei semilampo concomitanti entrambi valevoli per il Campionato Regionale Semilampo.

 

3.5 Potranno essere autorizzati due tornei semilampo concomitanti (di cui uno eventualmente valevole ai fini CRS) o un torneo semilampo (solo valevole per elo rapid) concomitante con un torneo valevole per variazioni elo FSI/FIDE nell’ipotesi che le sedi di gioco dei due tornei che si svolgono contemporaneamente siano ad almeno 100 km di distanza tra loro.

 

4.      Procedure successive all’autorizzazione di un torneo da parte del C.R.

4.1 Il Comitato Regionale autorizza un torneo inserendolo nel Calendario Regionale sul sito www.scacchiemiliaromagna.it ; tale atto costituisce titolo ufficiale di autorizzazione. Gli organizzatori che ne abbiano necessità, potranno richiedere al Comitato Regionale una conferma scritta dell’autorizzazione.

 

4.2 Gli organizzatori sono tenuti a presentare al Comitato Regionale la bozza di bando del torneo almeno quaranta giorni prima dello svolgimento dello stesso su idoneo formato elettronico; il Comitato nel più breve tempo possibile presenterà eventuali osservazioni e suggerimenti di modifica. Il mancato rispetto del termine per la consegna del bando potrebbe comportare la revoca dell’autorizzazione del torneo stesso.

 

4.3 Quando il bando raggiunge la stesura definitiva, il Comitato Regionale provvederà ad inserire il torneo anche sul Calendario Nazionale presente sul sito FSI.

 

4.4 Il Comitato Regionale non potrà a nessun titolo essere ritenuto responsabile per mancanze tecniche o logistiche del torneo autorizzato, né per quanto contenuto nel bando, che resta di esclusiva responsabilità dell’organizzatore del torneo. L’organizzatore e l’arbitro principale sono tenuti all’osservanza delle norme federali durante il torneo e ad espletare tutti gli adempimenti previsti dai regolamenti.

 

4.5 Le classifiche dei tornei autorizzati, in idoneo formato elettronico, dovranno essere inviate al termine del torneo al Comitato Regionale, che provvederà ad una loro pubblicazione sul sito www.scacchiemiliaromagna.it.

 

4.6 Per quanto non contemplato nel presente regolamento, vigono i Regolamenti Federali.