3° Festival Internazionale di Scacchi "Capo d'Orso"

Residence Porto Mannu - Palau (Ol)

 

Zero Tituli? No, grazie! L'Italia ha un nuovo GM

Era ormai matura ed è quindi arrivata inevitabile la terza e definitiva norma di Grande Maestro per il giovane (ex) MI romano Daniele Vocaturo. Quello che segue è il fotoromanzo in 9 tappe della conquista del titolo.

 

Al primo turno Vocaturo affronta e batte una coriacea Deysi Cori 16enne peruviana già con grande esperienza internazionale avendo partecipato alle Olimpiadi di Calvia 2004 con la sua nazionale
Cori Tello Deysi Estela alle Olimpiadi di Calvià

Al secondo turno Daniele si trova di fronte al top-scorer del torneo, il GM olandese Sergei Tiviakov. E' patta!

Sergey Tiviakov è anche un abile fotografo. Trovate due suoi fotoreport sul Torneo di Porto Mannu su Chessbase uno qui e uno sulla "Pagina Espanola"

Scontro fratricida con Collutiis nel terzo turno. La partita vincerà il premio di bellezza (riconoscimento assegnato ad ogni turno da Bettina Trabert) e vedrà prevalere Vocaturo.

Lo scontro "titanico" tra Corrado Astengo ed Igor Naumkin ci dà modo di apprezzare pienamente le simpatiche caricature di Marcello Carriero pubblicate sui bollettini del torneo

Quarto turno e secondo GM per Vocaturo: è il britannico Stuart Conquest che è costretto alla divisione della posta da Daniele.
Nel quinto turno Vocaturo non ha difficoltà a superare Fosco Cavatorta

Capolavoro di Vocaturo nel sesto turno: sconfitto il GM Vadim Malakhatko. Con 3 GM già affrontati, la strada verso la norma sembra ormai in discesa.

Tiviakov-Cmylite
Non c'è rosa senza spine. Arriva nel settimo turno il primo stop per Daniele contro il GM svizzero Yannick Pelletier. Si preannunciano 2 turni finali molto delicati.

Thorfinnsson-Hillarp-Persson

Il destino di Vocaturo si decide molto probabilmente nell'ottavo turno. Daniele, sotto di 2 pedoni con il mitico Artur Jussupow, sfoggia nel finale un mix di tecnica e tenacia che costringe il GM tedesco alla divisione della posta! Nella foto la stretta di mano che sancisce la patta e sullo sfondo un esultante Garrett conscio dell'importanza di questo mezzo punto. I calcoli successivi daranno questo responso: Vocaturo è GM se nell'ultimo turno batte un eventuale avversario con Elo<2318 (accoppiamento poco probabile) oppure patta con un eventuale avversario con Elo>2318 (più probabile)
Finisce senza vincitori nè vinti la finale del Campionato Mondiale delle camicie a tinta unita tra Tiviakov e Marin

Scontro tra due giovanissimi protagonisti di Portomannu: il 19enne GM argentino Damon Lemos opposto al 20enne IM olandese Ali Bitalzadeh

Ed eccoci all'epilogo: è il Maestro Internazionale tedesco Stefan Loeffler (Elo 2412) l'avversario di Vocaturo nell'ultimo turno. Pertanto basta una patta, ma se pensate che la partita si riduca all'esibizione delle solite 10-20 mosse codificate e conseguente patta di comodo probabilmente non conoscete Daniele Vocaturo: sacrificio di pezzo e ricerca costante della vittoria sono il leit-motiv della sua "nona" sinfonia di Portomannu.

C'è anche un intermezzo giallo in quest'ultima partita: accade che il IM tedesco esca dall'area di gioco (va sulla veranda prospiciente al mare dove il sottoscritto si reca a prendere il sole tra una mossa e l'altra?) senza avvisare e secondo le ultime normative FIDE l'arbitro potrebbe e vorrebbe notificargli la sconfitta. Vocaturo taglia corto: "Torniamo a giocare!"

Consapevole del momento storico riprendo con videocamera le fasi del confronto Loeffler-Vocaturo ma a causa dell'esaurimento cassetta devo uscire per un veloce cambio stile meccanico-Ferrari. Purtroppo proprio in quei pochi attimi la fuga precipitosa verso l'esterno di Francesca Masini (con la probabile missione di divulgare al mondo la lieta novella) è il segnale che "si son rotte le acque".

Un minuto dopo infatti ecco che dalla sede di gioco esce un GM italiano nuovo di zecca: è sabato 23 maggio ore 12,39

Ed ecco il neo-GM impegnato nell'analisi post-partita con il suo avversario sotto lo sguardo attento di Alberto Santini
Come un tam-tam il messaggio "Vocaturo è diventato GM" si diffonde in sala pranzo e qui vediamo lo stupore e la soddisfazione nell'apprender la notizia dipinti sul volto di Valeria. Peccato per la sua domanda successiva: "Scusa, ma chi c..... è Vocaturo?" tsk,tsk...

Poco dopo, mentre festeggiamo l'evento a colpi di malloreddus, porceddu e cannonau (ma avevamo fatto lo stessi nei giorni precedenti :-) un gran trambusto ci avverte che è giunto anche il verdetto finale della 3a edizione del Torneo di Portomannu.

Terzo Re di Capo d'Orso è il GM britannico Stuart Conquest (in nomen omen). Successi, salute e prosperità per lui (anche se per quel che riguarda la prosperità c'è chi gli dà dei punti...)

Segue analisi prolungata dello scontro decisivo tra Conquest e Hillarp-Persson: una partita spettacolare caratterizzata da una inedita sfida tra 2 torri ed una mandria di pedoni imbizzarriti.
Ma questa è l'immagine che caratterizzerà negli anni questa edizione: Yuri "GM-raiser" Garrett porta in trionfo Daniele Vocaturo.

 

Emiliano-romagnoli a Portomannu

 

Portomannu's backstage

 

3° Campionato Mondiale di sollevamento scacchisti

 

L'orrendo complotto!

 

info: wolfggozzi@hotmail.com