Diario di un Paparazzo di Scacchi

"Il mestiere del paparazzo scacchistico è duro ma qualcuno deve pur farlo!" di Giorgio Gozzi

 

1° Torneo Internazionale "Pavia 2009"

Vigevano (PV)

 

15 febbraio 2008 - E' innanzitutto doverosa una premessa, dedicata soprattutto ad un organizzatore di tornei della provincia di Modena che legge i miei report e di cui non farò il nome.............ma solo il cognome: De Biaggi.........Paolo. Recentemente si è svolta la seconda edizione del Torneo Città di Mirandola (vedi report) ed una delle motivazioni che ho dato a Paolo per la mia non partecipazione è stata: "IO ODIO I TORNEI A 5 TURNI! Non si fa in tempo ad entrare in ritmo torneo che il torneo è già finito e spesso si giocano (se Open integrali) 2 partite con giocatori molto più forti e 2 con giocatori di livello molto basso (questo posso permettermi di dirlo? mah!)."

Detto questo, che ci faccio a Vigevano (180km da casa) proprio ad uno di questi per me "odiosi" tornei? Facciamola breve: una congiunzione astral-lavorativa favorevole mi porta ad essere a Pavia il venerdì 13 e la curiosità propria del "paparazzo scacchistico" fa il resto, infatti questo secondo week-end di febbraio si svolge il 1° Evento Scacchistico organizzato dalla neonata Associazione Punto Esclamativo A.S.D. , il Torneo Internazionale "Pavia 2009"

Molte le cose da rimarcare che compaiono sul bando della manifestazione che prevede tre tornei: un torneo A (Elo >2000), un torneo B (Elo 1500-2000) ed un torneo C (<1600).

Innanzitutto un ricco montepremi, poi il punteggio 3-1-0 cioè 3 punti per la vittoria e 1 per la patta (sistema già adottato da alcuni anni al torneo di Campobasso) ed un sistema di abbinamento, lo Swiss Lim che dovrebbe portare ad avere confronti equilibrati e combattuti fin dal primo turno. Inclusa infine una norma sul tipo della cosiddetta "regola di Sofia" che impedisce in questo caso di fare patta prima della 25esima mossa (questa norma sarà in realtà annullata da comunicazione arbitrale prima del via, comunque il segnale è stato dato: patte rapide, oltre che essere deleterie per chi ambisce alla vittoria finale, non sono gradite).

Sul sito ufficiale dell'Associazione Punto Esclamativo si trovano elenco partecipanti, risultati e partite in diretta (delle prime 4 scacchiere)

 

Si parte dalla Certosa di Pavia...
...per arrivare al Castello di Vigevano con la sua Torre del Bramante alta 64 metri
Alcuni dei protagonisti del Torneo: da sinistra Sergey Fedorchuk (UKR), Yuri Solodovnichenko (UKR) e Anna Rudolf (HUN)

Da sinistra: Regina Pokorna (SVK), Marina Lupik (RUS) e Evgenia Kuzevanova (RUS)

Lo Staff arbitrale al lavoro
Tre delle quattro graziose "hostchess"(neologismo di mia creazione, combinazione di hostess e chess) che assistono gli scacchisti in gara...
...e la quarta con il Maestro Fide Angelo Damia dell'Associazione Punto Esclamativo che organizza il Torneo
Curiosamente nel mio archivio fotografico compare un Angelo Damia (Pardubice 2005). O è un caso di omonimia oppure conosco più di una persona che sarebbe molto interessata ad avere da Damia qualche dritta (e non sto parlando di scacchi)
Quattro megaschermi disposti nella sala di gioco indicano ai giocatori gli accoppiamenti! Alla faccia del singolo foglio di solito appeso nel punto più scomodo della sala di gioco con conseguente ammassamento dei giocatori.
Gli stessi megaschermi durante la sessione di gioco mostrano l'andamento delle prime 4 scacchiere.

La Sala di gioco...e qui apro una parente: sapevo che si giocava dentro un Castello e che il numero dei giocatori era limitato a 120; conseguentemente mi aspettavo uno spazio ristretto con i giocatori costretti a giocare vicini-vicini. Niente di tutto questo invece: "la Cavallerizza" è spaziozissima e potrebbe contenere il doppio dei giocatori con grosso sollievo di chi, come me appartiene alla categoria degli scacchisti-squali (cioè quelli che fanno la mossa e poi si mettono a girare in tondo per i tavoli: pensare sul tempo dell'avversario? naaah!).

La limitazione del numero dei giocatori è stata voluta in quanto, essendo il primo torneo, la Punto Esclamativo voleva verificare che tutti i meccanismi funzionassero perfettamente.

Nove gli scacchisti a rappresentare la nostra regione: qui vediamo il Maestro bolognese Giulio Calavalle affrontare Axel Rombaldoni...
...e la sua girlfriend Tosca Proietti (romana ma bolognese d'adozione) contro Bernasconi (torneo B)...
...Luca Marani da Bologna (a destra) contro Rota (torneo B)
...Roberto Giordani da Bologna contro la Campionessa italiana Under 18 Elisa Chiarion da Nonantola (MO) (torneo B)...
...il Candidato Maestro bolognese Luca Rebeggiani (a destra) contro Guglielmetti (torneo B)...
...Nazario Nonni da Bologna (a destra) contro Marsili (torneo B)...
...il Maestro parmigiano Alessandro Zinani contro Maria Teresa Arnetta...
...e naturalmente ac sun anca mè qui contro Cordani (thanks Patty)
Il torneo inoltre vede la partecipazione di molti scacchisti che si ritrovano anche in rete su it.hobby.scacchi tanto che sulla sommità della Torre del Bramante compare il monogramma del newsgroup. Ah, dite che non centra niente? Vabbè, c'ho provato.
naturalmente ci sono i big: qui Pavasovic-Godena
Korneev-Stella
Dvirnyy-Axel Rombaldoni

Napoli-Denis Rombaldoni

Pomaro-Fedorchuk Rudolf-Solodovnichenko
Codenotti-Brenco
Ranfagni-Radice
Sbarra-Genocchio

Pedini-Ceccarini

Pokorna-Tocchioni
Tra un turno e l'altro si può visionare la stupenda Piazza Ducale di Vigevano
Vigevano - Uno scorcio della Piazza Ducale
Vigevano - Piazza San Francesco
Vigevano - Il Duomo
Vigevano - Vista sul Monte Rosa dalla Torre del Bramante
A sinistra Giovanni Longo mitico organizzatore di Campionati Italiani semilampo a San Giorgio su Legnano negli anni 90
Calavalle-Kuzevanova
Jones-Del Nevo
Il derby sloveno tra Lenic e Pavasovic finirà in parità probabilmente causando l'esclusione di entrambi dalla lotta per la vittoria finale.
Sorcinelli-Tocchioni
Fedorchuk-Bove
Lo scontro "fratricida" che deciderà il torneo tra Axel e Denis Rombaldoni con un Tocchioni spettatore interessato.
In visita al torneo Ezio Montalbini qui con Giulio Calavlle e Tosca Proietti
Il vincitore del Torneo "Pavia 2009" Axel Rombaldoni assieme ad un orgoglioso papà Andrea. N.B. un suo commento sul torneo e sul sistema di accoppiamento accelerato impiegato lo trovate sul sito Scacchierando così come sul newsgroup it.hobby.scacchi trovate un consuntivo con gli aspetti positivi e negativi del torneo rilevati da Roberto Bernasconi.
Premiazione del pavese Davide Loaldi vincitore del Torneo C
Premiazione di Elisa Chiarion seconda tra le donne nel torneo B
Premiazione di Tosca Proietti prima tra le donne nel torneo B
Premiazione di Luca Rebeggiani settimo classificato nel Torneo B

Premiazione del bergamasco Simone Rota vincitore del Torneo B

3° assoluto nel Torneo A Sergey Fedorchuk 2° assoluto nel Torneo A Doriano Tocchioni

And the Winner is... Axel Rombaldoni! (tra Angelo Damia e Alberto Secondi)

Considerazione finale: Secondo me il verdetto finale di un torneo di 5 turni si presterà sempre a recriminazioni di vario tipo indipendentemente dal tipo di sistema di abbinamento e di punteggio punto e stop.

Per quanto riguarda il mio torneo ho un unico rimpianto: peccato per la vittoria nell'ultimo turno (eeeh??). Infatti così mi sono precluso la possibilità di bullarmi con gli amici al circolo. Immaginatevi infatti la scena: AMICO: hai fatto tornei ultimamente? IO: ho fatto il torneo di Vigevano. AMICO: e quanti punti hai fatto? IO: 4 punti. AMICO: ma di quanti turni era il torneo? IO: 5 turni. AMICO: azz...grande!