1° Torneo Semilampo del Castello di Ferrara

Foto di Salvatore Giuffrè e Gozzi Giorgio

6 maggio 2007 - Una sede prestigiosa è teatro della seconda prova dell'11° Campionato Regionale Semilampo 2007. Grazie all'organizzazione del Circolo Scacchistico Estense e con il patrocinio della Provincia e del Comune di Ferrara si gioca infatti all'interno del Castello di San Michele (così chiamato perchè la prima pietra fu posta il 29 settembre giorno appunto di San Michele) più comunemente noto come Castello Estense.

La lotta serrata per le prime piazze vede alla fine prevalere il Maestro Fide bolognese Michelangelo Scalcione sul Grande Maestro Stefan Djuric. Terza piazza per il M.F. Andrea Cocchi.

 

 

A sinistra: il Castello Estense, edificio in mattoni a pianta quadrata dotato di quattro torri difensive con altane (in senso antiorario da sud-est: Marchesana o Dell'Orologio, Dei Leoni, di S. Caterina, di S. Paolo) e circondato da un fossato colmo d'acqua. E' l'unico castello europeo con un fossato pieno d'acqua. Fu costruito a partire dal 1385, ad opera dell'architetto Bartolino da Novara e parzialmente restaurato a partire dal 1554.

A destra: gli arbitri Sfera e Traversi che coadiuvano l'arbitro principale del torneo Alberto Dalferro (alle loro spalle si vede il megascermo che inquadra la sala di gioco).

 

 

A sinistra: il Presidente del Circolo Scacchi Estense Luca Maietti dà il benvenuto agli scacchisti nella splendida sede della Caffetteria del Castello Estense.

A destra: Dalferro dà il via al torneo.

 

 

Djuric-Pivotto nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnGesualdo-Bertozzi

 

Pivotto-Vincenzi nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnProietti-Arnetta

 

Casadei-BadialinnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnSimioli-Chierici

 

Moi-Binder nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnMaesano-Muraro

 

 

A sinistra: Ricchi-Giordani

A destra: Uno splendido dipinto sopra le teste degli scacchisti (lo avranno notato?)

 

vvv vllvvvlll S.P.Q.S. Sono Pazzi Questi Scacchisti! nnn mmmmmnnnnnnnmnDjuric-Ferretti nnnmmmmmmmmnnnnn

 

Nel frattempo all'esterno del Castello Ferrara torna al Medioevo

 

 

A sinistra: Cavalli veri a spasso per Ferrara....e (a destra)cavalli di legno a spasso per la scacchiera nella Scalcione-Temporin

bbbbbbbbbbbmmmmmmmmbbbb

 

nnChiereghin-Fiorentini Davide nnnnnnnnnnbb bbbbbbbbbbbbnnnnNonni-Poltronierinnnn

 

Nella pausa-pranzo i sei componenti del C.S.I. (Circolo Scacchistico Itinerante) il cui motto è "Forti a tavolino, fortissimi a tavola", con grande sprezzo del pericolo si sottopone volontariamente ad un rischioso esperimento per dimostrare che "mangiare dosi massiccie di Salama da sugo non pregiudica le prestazioni in tornei scacchistici disputati dentro castelli medioevali"

Non sapete cos'è la Salama da sugo? Vabbeh, continuiamo così! Facciamoci del male! Per chi ignora questo splendido prodotto gastronomico di Ferrara magnificato persino da Martin Mystere (estic.....! avessi detto l'Artusi) che lo descrive come "un cotechino all'ennesima potenza!" ecco a seguire una sua descrizione:

 

Salama da sugo: prodotto tipico ferrarese 

È uno dei fiori all'occhiello di Ferrara.  Si tratta di un insaccato di forma tondeggiante, legato a spicchi, stagionato da un minimo di sei mesi fino a dodici e oltre. 
Le carni suine utilizzate sono di prima scelta, mescolate ad un generoso vino rosso ed aromatizzate naturalmente.

La tradizione

Le origini della Salama da sugo sembra risalgano ai tempi degli Estensi. Piatto forte dei pranzi Ducali, si diffuse poi tra i contadini di molte zone del ferrarese, che ne rimangono i più genuini depositari, fino a diventare il piatto delle grandi occasioni e delle circostanze importanti.
Una leggenda attribuisce il merito del suo prosperare a Lucrezia Borgia la quale, rimasta vedova dopo l'assassinio del secondo marito, andò sposa, agli inizi del Cinquecento, ad Alfonso d'Este e divenne famosa alla Corte di Ferrara per il suo mecenatismo.
Sembra che in questo periodo si sia dedicata con passione all'organizzazione di banchetti nei quali troneggiava, per l'appunto, la Salama da sugo.

La preparazione

La cottura è rimasta nei tempi un vero e proprio rito. La Salama da sugo va avvolta in un canovaccio ed appesa ad un bastoncino di legno che, posto diagonalmente sul bordo di una pentola piena di acqua calda fa sì che né il fondo né le pareti vengano mai sfiorate da questo prezioso insaccato che per ben 6 ore dovrà bollire completamente immerso nell'acqua calda. A cottura ultimata viene privata dell'involucro, tagliata a spicchi ed adagiata su un morbido cuscino di purè di patate.nnnnnnnn

 

hhhhhhhhmmmmmhhh

A sinistra: Il C.S.I. "al lavoro" al Ristorante "Al Brindisi" che è la più vecchia Osteria del mondo.
Originalmente chiamata "Osteria del Chiuchiolino", prende il suo nome da una parola del dialetto locale: ciuc (ciucco in italiano infatti significa ubriaco).
Come riportato nel Guinness dei Primati questa Osteria era già conosciuta nel 1435 ed annovera tra i suoi clienti Benvenuto Cellini, Tiziano Vecellio, Ludovico Ariosto e Torquato Tasso.
A quell’epoca l’Osteria si trovava su un canale chiamato "GORGO" che si formava con le pesanti pioggie invernali e diede il nome alla strada in cui è situata (Via Gorgadello).
Il primo piano dell’edificio fu costruito da Biagio Rossetti (1447-1516); pare che vi abbia abitato per qualche tempo Niccolò Copernico che si laureò all’Università di Ferrara nel 1503. Nel 1973 l' Osteria "Al Brindisi" in occasione
della celebrazione del cinquecentenatio  della nascita di Copernico ricevette la visita del Papa Giovanni Paolo Secondo.
Da indiscrezioni raccolte tra i ferraresi partecipanti al torneo pare che anche Michelangelo (Buonarroti non Scalcione) fosse tra i clienti dell’Osteria.

A destra: La Salama da sugo barbaramente trucidata dai componenti del C.S.I.

A proposito: l'esperimento si può dire felicemente riuscito infatti al termine del torneo 3 membri del C.S.I. hanno vinto premi (2 sono giunti al primo posto nella rispettiva fascia di gioco e 1 al secondo posto) mentre altri 2 hanno sfiorato il premio realizzando un'ottima prestazione. Solo uno dei componenti del C.S.I. ha fortemente deluso. I risultati dell'esperimento saranno inviati all'Accademia che si occupa della consegna dei premi Nobel. Vi terremo informati.

nnnnn

 

nnnnnnnnnnnnPalazzo della Ragione nnnnnnnnnnnnnnnCattedrale di San Giorgio (Patrono di Ferrara)

 

nnn

All'interno del Palazzo della Ragione si svolgono gli allenamenti degli sbandieratori che si preparano per il Palio di Ferrara (il più antico del mondo) che si disputa l'ultima domenica di maggio.

 

 

A sinistra: Castello Estense

A destra: Palazzo dei Diamanti

 

vvv vllvvvbbbblllFiorentini Paolo-Ronchetti nnn mmmmmnnnnnnbbbbhbbnmnRicchi-Gesualdoinnnmmmmmmmmnnnnn

 

Fasi del torneo

 

Fasi del torneo

 

nnnnmmmnUna fase del torneo nnnnnnbbbmmmmmmmmmmmbbbnnnnnnnMoi-Foronimmmmmm

 

hhhhhhhhhhhBacchelli-BedorinnnnnnnnnnnhhhhhhnnnFiorentini-Di Giuseppennnn

 

Malavolta-Marani nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnDjuric-Calavalle

 

nnnSfera-Ronchetti: la posizione è stata immortalata su richiesta di Antonio Sfera che la considera vinta per il figlio. In realtà Fritz 8 la battezza come patta con la sequenza per lui forzata ...Tc8 Dxa6

 

nnnnnnnnnnnnFiorentini-Vecchi nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnRicchi-Djuricnnnnnnnnnnn

 

nnnnnnnnnAndreani-CalavallennnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnForoni-Arnettannnnnnnnnnn

 

 

nnnnnnnnnTamassia-PichinnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnBadiali-Moinnnnnnnnnnn

 

 

vvv vllvvvbnnnnnnbblllOri-Vincenzi nnn mmmmmnnnnnnmmmmmmmmbbbbhnmnDjuric-Cocchi innnmmmmmmmmnnnnn

 

vvvvvvAndreani-ZorzettoNel frattempo all'esterno del CastelloTemporin-Casadei

 

vvvvvvvvvvvvvvArnetta-Storchiia 1500-1649 bbbbbbbbbbbbbbbMarvvvvvvChierici-Criccaco V 5° assoluto

 

nnnnnnLo schermo gigante nnkkkkkkknnnnbbbbbbbbbbbnnnnnnnLucchi-Djurickkkkkkk

 

hhhhhhhhhhhBinder-ForoninnnnnnnnnmmmmmmmmmmmmmnhhhhhhnnnSfera-Bedorin nnnmmnn

 

nnnnnnnnnnnnnnnnn Andreani-Fiorentini nnnnnnnnn Il torneo è finito ma "i malati di scacchi" continuano imperterriti.

 

Mattia Sfera 1° degli under 16 con l'organizzatore CampinibbbbnnnnnnnnnnnEnrico Storchi 1° fascia F nnnnnnnnnn

 

nnnnnnLuca Andreani 1° fascia E nnnnnnbbbbbbbbbbbnnnnnnnMarco Vincenzi 1° fascia D

 

hhhhhhhhhhmhAndrea Cocchi 3 ° assolutonnnnnmmmmmmmmmnnnnhhhnnnStefan Djuric 2° assoluto nmmmmmnnnn

 

And the winner is.... Michelangelo Scalcione!

 

 

Si ringrazia Salvatore Giuffrè per il contributo fotografico

 

 

 

 

 

.