Niccolò Ronchetti Superstar

si conferma Campione Italiano Under 20

Foto di Patty Chiarion

27 agosto 2006 - Il Maestro Fide di Ravenna Niccolò Ronchetti ha bissato il successo dello scorso anno e si è confermato campione italiano nella 14a edizione del Campionato Italiano Under 20 (disputatasi a Bratto in provincia di Bergamo dal 19 al 27 agosto) superando avversari quotatissimi come i Maestri Internazionali Daniele Vocaturo e Fabiano Caruana nonchè il Maestro Fide Denis Rombaldoni e chiudendo con un perentorio 8 su 9.

Per la cronaca il Torneo Magistrale 26° Festival Scacchistico Internazionale di Bratto "Conca della Presolana" è stato vinto dal Grande Maestro albanese Erald Dervishi con 7.5 punti su 9. Secondo il GM ucraino Dimitri Komarov e splendido terzo il Maestro Fide di Perugia Roberto Mogranzini.

Fantastica la prestazione del Maestro Fide bolognese Edoardo Vancini che gli sarebbe valsa una norma di Maestro Internazionale senonchè... ma lasciamo che lo spieghi direttamente lui (dal newsgroup it.hobby.scacchi):

Edoardo Vancini

Diversi amici mi stanno scrivendo o telefonando incuriositi.
<<Ma come???>> - mi chiedono - <<prima dell'ultimo turno - nel quale peraltro non hai perso - stavi performando 2526 (fonte: il sito ufficiale del torneo, che però non è ancora aggiornato all'ultimo turno per quanto riguarda le performance) ma il bollettino del torneo parla di "norma di IM sfiorata"???
Com'e' possibile, sembrerebbe una norma larghissima ...>>.
Rispondo in unica soluzione a tutti loro e prevengo al contempo chiunque sia in procinto di scrivermi ponendo la stessa domanda.

A conti fatti il mio 6/9 finale vale una performance ufficiale da 2517.
E' norma IM o non lo è?
Per aversi una valida norma IM occorre che siano rispettati alcuni requisiti, e precisamente:
1) che nel torneo siano complessivamente rappresentate almeno altre due Federazioni oltre a quella ospitante, requisito pienamente rispettato;
2) che sia realizzata una performance di almeno 2451, cifra ampiamente superata;
3) che su 9 turni si affrontino almeno 2 GM *oppure* 2 IM e 1 GM *oppure* 3 IM. Nel caso specifico anche tale requisito è larghissimamente rispettato, in quanto ho incontrato complessivamente 3 GM (Godena, Drazic e il vincitore del torneo Dervishi) e 4 IM (Bruno, Vezzosi, Shytaj, Bellia), oltre all'MF Bresciani e al M Capece che non rientrano tra i titolati.

Dov'e' allora l'inghippo?
Serve purtroppo un ulteriore requisito formale: che il giocatore abbia incontrato almeno 4 avversari di Federazioni straniere. A me mancano, si veda a tale proposito la lista degli avversari riportata sopra.
Tale mancanza è (sarebbe) irrilevante se nel torneo sono (fossero) presenti almeno 20 stranieri.
Se ci sono 20 stranieri, e a Bratto 20 stranieri ci sono sempre stati, il fatto di non averne incontrati 4 è irrilevante e la norma è comunque valida e perfetta.
Non servono 20 GM, vanno bene 20 stranieri a casaccio.
A Bratto, complici numerose defezioni dell'ultima ora (tra cui Romanishin e Caoili, tanto per dirne un paio), il tetto di 20 per la prima volta non è stato raggiunto: ergo manca un requisito per aversi una norma "perfetta".
Da qui la definizione del bollettino di "norma sfiorata".

Che succede ora?
Succede che quanto meno questa performance potrà fruttare quella che comunemente si definisce "norma sporca" (brutto termine, a me piace di più "norma imperfetta"), che unita a due norme "perfette" porta comunque al conseguimento del titolo di Maestro Internazionale per benevolenza Fide.
La cosa però mi lascia piuttosto indifferente, dato che io gioco *un* torneo da nove turni all'anno (Bratto) e sono ben consapevole del fatto che non sarò *mai* Maestro Internazionale.

La Federazione proverà comunque ad agire per ottenere il riconoscimento di una norma perfetta in quanto:
- la regola dei 20 stranieri è chiaramente mirata a prevenire che si conseguano norme IM in torneucci locali "arrangiati" con la presenza di qualche GM ed IM "compiacente". Chiaramente non è questo il caso, stiamo parlando della più importante manifestazione scacchistica italiana con un intero palasport pieno di giocatori ("quasi" 20 dei quali stranieri... :-) ). E con una moltitudine di norme valide e perfette sedimentate nelle varie edizioni passate. - la mia norma - al di là del dato formale - sarebbe larghissima ed al di sopra di ogni sospetto, tanto che il risultato dell'ultimo turno era ininfluente (norma potenzialmente già conseguita anche in
caso di sconfitta).
La mia performance è sempre stata ben sopra i 2500 per l'intero arco del torneo ed è stata realizzata contro ben 7 tra GM ed IM, ben di piu' del necessario; date le circostanze i pur comprensibili argini regolamentari "anti-truffa" imposti dalla Fide perdono ogni significato, cosa di cui la Fide in passato ha saputo tenere conto.

Io sono sempre per lo scrupoloso rispetto delle regole, ma se la Fide riconosce la validità delle norme IM da 2451 realizzate in qualche torneo greco dove usano immettere stranieri *fittizi* per arrivare a quota-20, allora ben potrebbe riconoscere anche una norma da 2517 realizzata contro 3 GM e 4 IM in un torneo al di
sopra di ogni sospetto e con accoppiamenti nient'affatto "benevoli" (che sono invece consuetidine radicata all'estero).
Di fatto - guardando alla sostanza delle cose - è ben bislacco che sia valida la norma che una pur brava e simpatica giocatrice olandese ha conseguito *nello stesso torneo* performando quasi 70 punti *meno* del
sottoscritto e non sia valida la mia... :-)

Complimenti a Vancini quindi e complimenti anche al Candidato Maestro modenese Antonio Lapenna che ha "conquistato gli scalpi" dei Maestri Vivo e Pantaleoni. A seguire la classifica degli emiliani nel Torneo Magistrale

12° VANCINI Edoardo BO FM 6.0 49.5 2250

23° VEZZOSI Paolo PR IM 6.0 37.5 2356

34° COSTANTINI Roberto RN FM 5.5 35.0 2293

35° TOMBA Ivan BO -M 5.0 46.0 2227

53° LAPENNA Antonio MO CM 4.5 40.5 3.5 2079

57°' PANTALEONI Claudio BO -M 4.5 38.5 2.5 2222

68°' CUGINI Verter RE -M 4.5 36.0 2.0 2209

83° VIVO Mario PR -M 4.0 35.0 3.0 2 2165

Nell'Open B troviamo:

12° SANZANI Pierluigi CM di Bologna 5.0 32.0 2.5 e

35° BOLOGNESI Alberto FE 1N 3.5 31.5

Nell'Open C troviamo:

24° LAPENNA Michelangelo MO 2N 4.5 28.0

40° CHIERICI James RE 2N 3.5 25.0

47° GIGLIOLI Antonio MO 3N 3.0 25.0

51° CAMBI Enrico MO 3N 2.5 26.0

 

A Bratto si è svolto anche il 33° Campionato Italiano Femminile che ha visto il successo della 15enne bergamasca Roberta Brunello (7,5 su 9) per spareggio tecnico sulla 18enne di Roma Fiammetta Panella (per lei il titolo Under 20) e il terzo posto della 18enne napoletana Maria De Rosa (e titolo under 18).

Sul fronte emiliano il buon quinto posto dell'olimpionica reggiana Marianna Chierici ed il 15esimo (all'esordio nel campionato assoluto) dell'11enne modenese Elisa Chiarion.

Classifiche, bollettini, partite e tantissime foto le trovate sul sito ufficiale: http://www.scaccobratto.com/2006.shtml.

Anche la televisione si è occupata dei Tornei di Bratto e al link seguente (grazie a "dinamax") trovate il servizio trasmesso dal TG5 la scorsa settimana

http://dynamax.altervista.org/brattotg5.html

E' in streaming ed ha bisogno di un plugin (scaricabile al link seguente) per vederlo http://www.divx.com/divx/webplayer/

 

Castaldo-Rombaldoni e Guido-LapennannnnnnnnnnBorgo-Epishin (Magistrale)

Bosi-Ronchetti (Under 20)nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn Chierici-Brunello

nnnnnnnnDervishi-Godena (Magistrale) nnnnnnnnnnnnnMichelangelo Lapenna- Bonassi (Torneo B)

Antonio Lapenna-Guanciale nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn De Rosa-Chierici

     nnnnnnnnnnnnnMessina-Chiarion nnnnnnnnnnnnnnnPagnoncelli segue il big-match Caruana-Vocaturo    

nnnnnnnnnnnnnnnnnPanella-De Rosa nnnnnnnnnnnnnnnnnRonchetti-Caruana incontro decisivo per il titolo under 20

Tris emiliano del Torneo C: (da sinistra) Enrico Cambi, James Chierici (papà di Marianna) e Antonio Giglioli

A destra il derby parmense tra Vezzosi e Vivo

nnnnnnnnnnnnnZZZanaboni-ChiarionbbbvnnnnnnnnnnnnnnnvvIntervista del TG3 al "coach" Claudio Negrini        

nnnnnIntervista del TG3 per Elisa Chiarion nn nnn nnnnLa campionessa italiana 2006 Roberta Brunello

 

Premi per Elisa Chiarion ed Antonio Lapenna

Le prime 3 del campionato femminile col Presidente FSI Pagnoncelli: da sinistra Panella, Brunello e De Rosa

A destra i primi 3 dell'under 20 Caruana, Ronchetti e Vocaturo

Bellezze di Bratto (con intruso): Arnetta, De Rosa, Chiarion, Panella e Capuano

A destra i primi 3 del Magistrale: Mogranzini (terzo), Dervishi (primo) e Komarov (secondo)