Turisti per Scacco!

"Il mestiere dello scacco-turista duro ma qualcuno deve pur farlo!" di Giorgio Gozzi

 

Torneo K.O. di Dresda

5 - 13 Agosto 2006  E' ormai una consuetudine per me da una decina d'anni a questa parte quella di partecipare nel periodo estivo ad un torneo internazionale in terra straniera col duplice scopo di giocare a scacchi e visitare città nuove.

Quando il CM di Ravenna Marco Ori mi propone tra le possibili destinazioni Dresda siamo più o meno a metà luglio e la Germania mi è in quel periodo molto simpatica (Campioni del Mondo!) Berlino non è a 2 passi da Dresda? (in realtà distano 200 km n.d.A.) Quale migliore occasione per abbinare alla partecipazione allo ZMD Open di Dresda un successivo "pellegrinaggio" all'Olympiastadion di Berlino?

Inoltre Dresda è la città che ospiterà la 38esima edizione delle Olimpiadi degli scacchi (1-15 novembre 2008) e vale la pena dare un'occhiata all'ambiente ed all'organizzazione teutonica.

Il torneo si gioca col KO-System, una formula molto intrigante che sarebbe bello venisse applicata anche in qualche torneo italiano.

Il meccanismo è molto semplice: ipotizziamo per un attimo un torneo ideale con 512 partecipanti che giocano il primo turno con abbinamento a sistema svizzero (N°1 contro N°257, 2-258 ecc.)

I vincitori continueranno il torneo KO mentre gli sconfitti proseguiranno a giocare in un torneo che chiameremo TR (tradizionale) e che distribuirà premi come in ogni altro torneo secondo una classifica assoluta e di fascia.

In caso di patta i giocatori effettuano degli spareggi rapid ad oltranza fino a determinare un vincitore (che continuerà nel KO) ed uno sconfitto (che andrà nel TR)

Il torneo KO dimezzerà i suoi partecipanti turno per turno fino a proporre al nono turno una finalissima mozzafiato (altro che patte di comodo dell'ultimo turno dei normali open!).

Nel caso i partecipanti siano meno di 512 al secondo turno del KO parteciperanno anche giocatori sconfitti nel primo turno cui verrà concessa una seconda chance di qualificazione.

Certo più il torneo KO va avanti e si affrontano tra loro i big e più è facile che questi concordino una patta dopo poche mosse per giocarsi la qualificazione nella partita semilampo (25 minuti a testa) preservando così anche il proprio ELO FIDE la cui variazione è calcolata sul risultato della partita a tempo lungo.

Ma anche così lo spettacolo è comunque assicurato perchè potrà capitare che l'esito di un torneo lungo una settimana venga deciso da una partita blitz tra 2 GM (l'equivalente di un Mondiale di calcio assegnato ai calci di rigore)

 

Ed è proprio così che si è conclusa la seconda edizione dell'Open ZMD di Dresda con il GM georgiano Mikhei Mchedlishvili (o più semplicemente "Svili" per chi non vuole rischiare di slogarsi la lingua) che ha prevalso in partita blitz sul GM polacco Robert Kempiski dopo che la partita a tempo lungo e lo spareggio semilampo si erano conclusi in parità.

 

 

Due gli italiani (1 emiliano ed 1 romagnolo) presenti al torneo in terra sassone.

Bellissima la prova del CM ravennate (Villanova di Bagnacavallo è troppo lungo da scrivere) Marco Ori che, con 6 punti su 9 (sconfitto solo dagli IM Vadim Geller e Anna Zozulia) si è aggiudicato il terzo premio della sua fascia ELO (2001-2150) con una performance "monstre" di 2328 punti.

Due parole (anzi ne basta una) infine sull'organizzazione tedesca. Perfetta!

Tutti i particolari del torneo sul sito http://www.schachfestival.de/

Come dite? E l'altro italiano com'è andato? Quale altro italiano? :-)

 

Messaggio Promozionale:Volete visitare Dresda e partecipare ad un grande torneo?

Oltre alla prossima edizione dello ZMD Open vi segnalo che dal 2 al 16 Aprile del 2007 nella capitale della Sassonia si svolgerà il Campionato Europeo Individuale (a cui può partecipare chiunque)

 

Lo sky-line di Dresda visto dall'Elba (a sinistra)

La costruzione più famosa di Dresda, lo Zwinger, sede di 6 prestigiosi musei (a destra)

 

 

Dresda by night

A destra il Congress Center che ospiterà le 38esime Olimpiadi degli Scacchi (1-15 novembre 2008)

 

 

Si è appena conclusa la finale (blitz) dello ZMD Open. Applausi per Mikhei (Mchedlishvili) che si impone su Robet Kempiski.(a sinistra)

La premiazione: Kempiski, il vincitore Mchedlishvili e Khenkin che si è aggiudicato l'Open tradizionale.

 

 

Lo scontro dell'ultimo turno tra Anna "Litizzetto" Zozulia e Marco Ori che ha procurato a quest'ultimo danni per 500 euro.

A destra la premiazione della fascia Elo 2001-2150 con Ori giunto terzo.

 

  

Dall'Olimpiastadion di Berlino "po-popopopo-po" a tutti

Giorgio Gozzi

 

Se avete foto di giocatori emiliani impegnati in tornei estivi da pubblicare potete farle pervenire con un breve commento al mio indirizzo email: wolfggozzi@hotmail.com