FEDERAZIONE SCACCHISTICA ITALIANA - COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

 

REGOLAMENTO CAMPIONATO REGIONALE SEMILAMPO (CRS)

 

1        Generalità

1.1 Il Campionato Regionale Semilampo (CRS) è una manifestazione indetta ed organizzata dal Comitato Regionale FSI Emilia-Romagna, costituita da un certo numero di tornei semilampo individuali, che vengono disputati nella regione nel corso dell’anno. I risultati ottenuti dai partecipanti al CRS nei singoli tornei aderenti all’iniziativa saranno considerati nella stesura di una classifica finale in cui saranno assegnati i titoli regionali ed i premi previsti per l’edizione del Campionato.

 

1.2 Il Comitato Regionale, prima dell’inizio del CRS, pubblica ogni anno, ad integrazione del presente Regolamento, un Bando Annuale in cui vengono fornite tutte le indicazioni specifiche per l’edizione in corso. Sul suddetto Bando sono riportati il nome ed il recapito del Responsabile designato del CRS a cui fare riferimento nel corso della manifestazione.

 

1.3 I tornei omologati vengono riportati sull’apposito Calendario del CRS, pubblicato e aggiornato a cura del Responsabile.

 

1.4 Al termine di ciascuna prova, il Responsabile, verificata l’osservanza dei criteri previsti dal Regolamento e dal Bando Annuale, provvederà all’omologazione del torneo e alla stesura delle classifiche (individuale e per circoli), che saranno al più presto pubblicate sul sito internet del Comitato Regionale.

 

1.5 Il CRS si configura come un circuito di tornei individuali semilampo, ciascuno dei quali sarà soggetto al rispetto di tutti i Regolamenti, le norme tecniche ed amministrative previste dalla Federazione.

 

2        Requisiti dei tornei

2.1 I tornei dovranno essere costituiti di 9 turni semilampo, con tempo di riflessione di 15’ per concludere ciascuna partita. Ciascun torneo dovrà essere disputato in una sola giornata e l’inizio del primo turno non potrà avvenire prima delle ore 10.

 

2.2 Il sistema di accoppiamento dovrà essere Svizzero e si dovrà impiegare preferibilmente i software di gestione “Diena” o “Vega”. L’impiego di altro software dovrà essere esplicitamente e preventivamente approvato dal Responsabile del CRS.

 

2.3 Per gli accoppiamenti e per la suddivisione in fasce elo si dovrà utilizzare l’indice Elo Rapid FSI relativo all’ultimo aggiornamento disponibile. Le fasce elo con cui effettuare la premiazione saranno determinate secondo gli intervalli previsti dal Bando Annuale. Sarà possibile inserire altre fasce elo aggiuntive per i giocatori con punteggio superiore a quello della fascia maggiore prevista sul Bando Annuale.

 

2.4 I tornei dovranno essere omologati ai fini delle variazioni Elo Rapid e dovranno essere conformi a quanto previsto dal Regolamento del Gioco Rapido e dalle altre disposizioni e norme federali.

 

2.5 Gli organizzatori devono prevedere almeno un premio in natura per i giovani. Nel caso si prevedano più fasce d’età, si consiglia una suddivisione dei premi secondo i raggruppamenti: Under 10, Under 12, Under 14, Under 16, Under 18.

 

2.6 E’ vivamente raccomandato che la partecipazione ai tornei sia riservata ai tesserati FSI per l’anno in corso (tessera agonistica, ordinaria o junior) o che, in subordine, sia prevista una quota di iscrizione maggiorata per i non tesserati. E’ auspicabile una quota scontata per i giovani under 18.

 

2.7 I giocatori italiani (o stranieri residenti in Emilia-Romagna) potranno ricevere rimborsi spese in denaro solo se in regola col tesseramento FSI per l’anno in corso. Nel caso non fossero tesserati, perderanno il diritto al premio, che spetterà al successivo in classifica.

 

3        Procedure di omologazione dei tornei

3.1 L’organizzatore del torneo deve, con congruo anticipo, comunicare al Comitato Regionale la richiesta di disputare un torneo semilampo valevole per il CRS, proponendo una o più date alternative.

 

3.2 Dopo aver ottenuto il benestare sulla data, l’organizzatore dovrà provvedere, nel minor tempo possibile, alla stesura di bozza del bando. Tale bozza andrà inviata al Comitato Regionale che, dopo averne verificato la conformità al Regolamento ed al Bando Annuale, provvederà alla sua pubblicazione sul sito internet e all’inserimento dello stesso torneo nel Calendario Ufficiale del CRS.

 

3.3 Al termine del torneo, l’organizzatore dovrà provvedere, entro 8 giorni, al versamento della quota di contributo al montepremi finale prevista sul Bando Annuale. Inoltre dovrà, nel più breve tempo possibile, inviare tutti i files di gestione al Responsabile, per l’aggiornamento delle classifiche.

 

3.4 Il mancato adempimento di quanto previsto in 3.3 comporta la non omologazione del torneo e la nullità dei risultati ai fini della classifica CRS.

 

4        Ammissione al CRS

4.1 Al CRS ed alle sue classifiche sono ammessi tutti i tesserati FSI per l’anno in corso che si trovino in una delle seguenti condizioni:

4.1.1 Cittadini (italiani o stranieri) residenti in Emilia-Romagna, tesserati per un qualunque circolo italiano, anche fuori regione;

4.1.2 Cittadini italiani residenti fuori regione ma tesserati per un circolo dell’Emilia-Romagna.

 

4.2 Il Responsabile provvederà d’ufficio all’ammissione degli aventi diritto, sulla base degli elenchi FSI, oltre che delle indicazioni ricevute dalle Società e dagli organizzatori dei tornei. E’ compito dei giocatori segnalare tempestivamente al Responsabile eventuali errori od omissioni; tali segnalazioni, per essere accolte, dovranno pervenire prima dell’inizio della successiva prova di Campionato in programma.

 

5        Metodo di calcolo del punteggio individuale

5.1 A ciascun giocatore ammesso al CRS (art. 4.1) viene assegnato un punteggio relativo a ciascuna prova a cui ha partecipato. Tale punteggio, detto punteggio corretto Pc, è ricavato dalla somma dei punti scacchiera ottenuti dal giocatore nel torneo (P) con un coefficiente correttivo (C), determinato secondo le specifiche contenute in 5.2-5.3. In simboli:

 

Pc = P + C.

 

5.2 Il coefficiente correttivo C, che può essere positivo o negativo, tiene conto dell’elo medio (M) dei giocatori incontrati da ciascun partecipante nel corso del torneo e dal suo raffronto, in termini statistici, con un valore di riferimento (R), prefissato per tutto il Campionato. Si potranno avere i seguenti casi:

 

-se M>R allora C>0;

-se M=R allora C=0;

-se M<R allora C<0.

In ogni caso, Pc >=0. Ai fini del calcolo della media elo M, ogni incontro vinto dal giocatore a forfait sarà considerato come disputato contro un avversario virtuale con 1300 punti elo.

 

5.3 Introdotta la seguente funzione di distribuzione normale cumulativa, di media m=0 e deviazione standard σ=4002

 

F(x) = DISTRIB.NORM (R-x; 0; 4002)

 

il coefficiente C si determina con le formule di seguito indicate (con arrotondamento alla seconda cifra decimale):

 

C = 3 – [2.5 F(M) / F(2000)]                        se M >= 2000

 

C = [1 - 2 F(M)] / [2 - 4 F(2000)]                        se R < M < 2000

 

C = 0.5 – F(M)                        se M <= R

 

5.4 Il valore R è riportato sul Bando Annuale.

 

6        Classifica individuale

6.1 La classifica individuale viene aggiornata, al termine di ciascuna prova omologata di Campionato, a cura del Responsabile, che provvede alla sua pubblicazione sul sito del Comitato Regionale. Essa riporta tutti i giocatori ammessi al CRS (art. 4.1).

 

6.2 Per la stesura della classifica, si prenderà in considerazione la somma (punti totali Pt) dei K migliori punteggi corretti (art. 5) ottenuti nei singoli tornei disputati. Dati N tornei totali omologati, il numero di tornei da considerare ai fini della classifica sarà:

 

K = N/2 – 1                         se N è pari

K = (N-1)/2                        se N è dispari

 

Ad esempio se i tornei omologati totali sono 14, si considererà la somma dei 6 migliori punteggi; se sono in tutto 11, si considereranno i 5 migliori punteggi, ecc.

 

6.3 La somma dei punteggi, determinata in 6.2, sarà considerata con approssimazione centesimale.

 

6.4 Nel caso in cui due o più giocatori si trovino con gli stessi punti totali, prevarrà in classifica il giocatore con il miglior punteggio scartato (cioè non considerato nella somma delle K migliori prove). In caso di ulteriore parità, si considererà prevalente il migliore punteggio assoluto totalizzato nel Campionato da ciascuno degli ex aequo.

 

7        Fasce elo, di età e premi

7.1 Ai fini della premiazione finale saranno considerati, oltre ai piazzamenti assoluti, anche 5 fasce elo e 5 fasce d’età.

 

7.2 Le fasce elo vengono designate con le lettere “A”, “B”, “C”, “D”, “E”, in ordine decrescente di elo o con altra denominazione equivalente precisata nel Bando Annuale. I giocatori con elo maggiore del limite superiore della fascia superiore, designati in classifica con la “X”, non concorreranno ad alcun premio di fascia elo. Gli intervalli di demarcazione di ciascuna fascia sono riportati sul Bando Annuale.

 

7.3 Per la determinazione delle fasce elo, si considererà l’indice elo rapid al 1 gennaio dell’anno in corso, salvo diversa indicazione riportata sul Bando Annuale.

 

7.4 I giocatori che si classificheranno primi nella loro fascia elo e che, all’inizio dell’edizione successiva, il loro indice elo (art.7.3) non li collochi in una fascia superiore, concorreranno per l’anno venturo nella fascia elo immediatamente superiore a quella in cui hanno vinto.

 

7.5 Le fasce d’età considerate nel CRS sono le seguenti (X= anno in corso):

-UNDER 10 (nati nel X-10 e anni successivi);

-UNDER 12 (nati nel X-11 e X-12);

-UNDER 14 (nati nel X-13 e X-14);

-UNDER 16 (nati nel X-15 e X-16);

-UNDER 18 (nati nel X-17 e X-18).

 

7.6 I premi di fascia d’età sono cumulabili con quelli assoluti, con quelli femminili  e di fascia elo. I premi di fascia elo sono indivisibili e non cumulabili con quelli assoluti.

 

7.7 I giocatori classificatisi al 1° e 2° posto assoluto, la prima giocatrice assoluta, i primi classificati di ciascuna fascia elo, i primi classificati di ciascuna fascia d’età (complessivamente 13 giocatori) acquisiscono il diritto di giocare gratuitamente in tutti i tornei del CRS dell’anno successivo; tale diritto spetta solo ai giocatori sopra citati. Il nome di questi giocatori sarà riportato nel Bando Annuale.

 

7.8 I premi del CRS sono riportati sul Bando Annuale. Possono essere previsti, in ciascuna edizione, anche premi speciali, per fasce, categorie o raggruppamenti non esplicitamente contemplati nel Regolamento.

 

7.9 Il primo giocatore classificato e la prima giocatrice acquisiscono il titolo rispettivamente di Campione Regionale Semilampo e Campionessa Regionale Semilampo.

 

7.10 Tutti i giocatori che non avranno partecipato ad almeno K prove del Campionato (K determinato in 6.2.), indipendentemente dal punteggio totale raggiunto, non concorreranno ad alcun premio e non acquisiranno alcun diritto di cui all’art. 7.7.

 

8        Classifica per Circoli

8.1 La classifica per Circoli viene aggiornata e pubblicata a cura del Responsabile dopo ciascuna prova del CRS. Essa comprende tutti i Circoli della Regione regolarmente affiliati alla FSI per l’anno in corso che abbiano partecipato, con almeno un giocatore, al CRS.

 

8.2 Per ciascun circolo, si calcolerà la somma dei punteggi di classifica individuale di 14 giocatori per esso tesserati, nell’ordine di seguito indicato: la prima femmina, il primo Under 18, il primo Under 16, il primo Under 14, il primo Under 12, il primo Under 10 e, tra i restanti, i migliori 8 classificati.

 

8.3 Per la stesura della classifica di Circolo, ciascun giocatore sarà considerato una sola volta. Saranno considerati, solo ai fini di questa classifica, anche i punteggi dei giocatori che non abbiano svolto almeno K prove (art. 6.2).