Anteprima

52° Torneo di Capodanno di Reggio Emilia

28 dicembre 2009 - 6 gennaio 2010

 

(12 dicembre) ULTIMORA!: Gata Kamsky prende il posto di Vladimir Malakhov (leggi l'aggiornamento)

 

(English Version)

15 novembre 2008 - Una nuova grande edizione del più longevo torneo scacchistico italiano ad inviti prenderà il via lunedì 28 dicembre a Reggio Emilia nella consueta sede dell'Hotel Mercure-Astoria (qui trovate le mappe per raggiungerlo) con ingresso libero al pubblico. Fino a mercoledì 6 gennaio 10 fortissimi giocatori si contenderanno il 52esimo titolo di Re del Torneo di Capodanno. Puoi trovare l'albo d'oro del torneo, che ha visto la partecipazione di tutti i più forti giocatori del mondo dell'ultimo mezzo secolo, (con l'unica eccezione di Fischer) sul sito ufficiale con inclusi i risultati e le partite da scaricare. Ritorna la giornata di riposo che mancava dalla 40esima edizione (1997-98); non si giocherà venerdì 1° gennaio consentendo così ai giocatori di festeggiare il Capodanno senza influire sul "rendimento in campo".

L'Hotel Mercure Astoria sede storica del Torneo di Capodanno.
La sala di gioco

Il Torneo di Capodanno, orfano dal dicembre 2005 del suo ideatore, il Grande Maestro Enrico Paoli, continua ad essere organizzato dal Circolo Ippogrifo di Reggio Emilia col contributo di alcuni fedeli sponsors e dal dicembre 2007 (la 50a edizione, quella del Giubileo!) con la preziosa collaborazione della Casa Editrice Caissa Italia ed in particolare di Yuri Garrett che anche quest'anno sarà il Direttore Tecnico dell'evento. Per questa edizione ci sarà una nuova e gradita sponsorizzazione, quella della rivista Torre & Cavallo che consentirà di schierare al via della 52a edizione i primi 4 italiani della graduatoria Mondiale.

Enrico Paoli ideatore nel 1958 del Torneo di Capodanno (a questo link lo puoi vedere con tutta la sua verve in una intervista trasmessa dalla RAI appena un anno prima della sua scomparsa avvenuta alla veneranda età di quasi 98 anni)
La "Triade" del Circolo Scacchistico Ippogrifo: da sinistra Giuseppe "Silvano" Ferraroni, Renato Franzoni e Marco Chiossi.
Il Direttore Tecnico del Torneo di Capodanno Yuri Garrett a sinistra nella foto con Bjorn Thorfinnsson vincitore lo scorso anno del Torneo B (che quest'anno purtroppo non si potrà fare)
Il Direttore della rivista Torre & Cavallo Roberto Messa (a sinistra nella foto con Daniele Vocaturo cui da poco è stato ratificato il titolo di Grande Maestro)

Ed eccoci al torneo: un grande torneo che entrerà sicuramente nella storia perchè vedrà appunto al via 4 giocatori italiani "over 2500" (mai successo in passato) opporsi a 6 forti Grandi Maestri est-europei. La categoria FIDE della 52esima edizione, determinata dalla media del punteggio internazionale (Elo) dei 10 partecipanti, è solo per un soffio la 15a (media Elo di 2625 punti a solo 10 punti dalla 16a e Norma di Grande Maestro fissata a 4 punti e mezzo).

Storica edizione del torneo anche perchè vedrà la partecipazione per la prima volta di Fabiano Caruana, grande talento italiano diciassettenne che figura all' 81° posto del ranking mondiale, gioca ormai stabilmente alla pari con i più forti giocatori del pianeta ed ha davanti un futuro pieno di grandi prospettive. Prima e dopo il Torneo di Capodanno Fabiano affronterà 2 eventi molto impegnativi. Dal 20 novembre al 15 dicembre sarà di scena nella Coppa del Mondo a Khanty-Mansiysk, in Siberia dove 128 giocatori si contenderanno l'accesso alle fasi finali del successivo ciclo mondiale. Dal 15 al 31 gennaio invece Caruana giocherà nel Gruppo A (19a Categoria FIDE!) del SuperTorneo di Wijk Aan Zee grazie alla vittoria dello scorso anno nel Gruppo B. Dovrà vedersela con gente del calibro di Anand, Carlsen, Kramnik, Ivanchuk ecc.! Auguri.

A difendere i colori azzurri a Reggio Emilia ci saranno anche Michele Godena il più titolato dei giocatori italiani ed autentico veterano del Torneo di Capodanno (con questa sono 10 le sue presenze a Reggio), Daniele Vocaturo fresco di nomina a Grande Maestro (2a partecipazione al Torneo di Capodanno come giocatore più una terza lo scorso anno come commentatore per il pubblico delle partite del torneo alla scacchiera murale) e Sabino Brunello alla ricerca della terza e definitiva norma di Grande Maestro (anch'egli alla seconda partecipazione a Reggio).

Tra i 6 GM stranieri ci sarà il vincitore del torneo del Giubileo Zoltan Almasi (terza partecipazione consecutiva a Reggio) ma non il vincitore dello scorso anno, il cinese Ni Hua sostituito dal GM georgiano Baadur Jobava all'esordio a Reggio. Torna per la quinta volta consecutiva il GM russo Konstantin Landa (vincitore della 48esima edizione). Di ritorno a Reggio dopo 12 anni il GM moldavo Viktor Bologan che sfiorò la vittoria nella 39a edizione. Top-scorer del torneo sarà il GM russo Vladimir Malakhov. Completa il lotto dei partecipanti un giovane GM emergente azero concittadino di Garry Kasparov, il 17enne Eltaj Safarli.

 


TITOLO

GIOCATORE

NAZIONE

ELO

CLASSE

GM

Malakhov Vladimir

RUS

2706

1980

GM

Jobava Baadur

GEO

2696

1983

GM

Bologan Viktor

MDA

2692

1971

GM

Almasi Zoltan

HUN

2704

1976

GM

Landa Konstantin

RUS

2664

1972

GM

Safarli Eltai

AZE

2592

1992

GM

Caruana Fabiano

ITA

2652

1992

GM

Godena Michele

ITA

2537

1967

MI

Brunello Sabino

ITA

2507

1989

GM

Vocaturo Daniele

ITA

2500

1989

I Protagonisti

GM Vladimir Malakhov (RUS)

Grande Maestro russo (27 novembre 1980) ha spesso giocato in Italia vincendo anche 2 edizioni del Festival di Porto San Giorgio (1997 e 1999) e l'Open di Saint Vincent (2002).

Nel 2005 si classifica tra i primi 10 nella Coppa del Mondo FIDE qualificandosi per il Torneo dei Candidati al titolo mondiale 2007 dove viene eliminato da Grischuk al primo turno.

Tra gli altri successi Salona (2006) Benidorm (2005 e 2007) Si è recentemente laureato vice campione Europeo 2009 disputato a Budva (Montenegro) dietro al connazionale Tomashevsky.

Esordio a Reggio dove si presenta come top-scorer del torneo con i suoi 2706 punti Elo (31° posto nel ranking mondiale)

 

GM Zoltan Almasi (HUN)

Il Grande Maestro ungherese, vincitore due anni fa del Torneo del Giubileo, torna per il 3° anno consecutivo a Reggio Emilia.

Campione nazionale in carica giunto al settimo titolo (1999,2000,2003, 2005, 2006, 2008 e 2009) è il terzo più forte giocatore del suo paese dopo Peter Leko e Judit Polgar assieme ai quali ha disputato le 38esime Olimpiadi scacchistiche (ottava Olimpiade per lui) recentemente svoltesi a Dresda e chiuse dall’Ungheria all’ottavo posto. Tra i successi di Almasi ricordiamo il Campionato Mondiale Under 18 vinto a Bratislava nel 1993 con il conseguimento del  titolo di Grande Maestro. E poi vittorie a Kecskemet (1993), Altensteig (1993), Groningen (1994), Horgen (1995), Budapest (1995), Pamplona (1996), Lillafured (1999) Si è imposto in agosto nel 7 ° Marx Gyorgy Memorial già vinto nel 2005 davanti a Kortchnoi. In passato ha giocato in Italia nell’Open di Cattolica del 1993 dove è giunto secondo per spareggio tecnico e alle 37esime Olimpiadi di Torino dove giocando in prima scacchiera ha portato l’Ungheria ad un ottimo quinto posto.

E' da poco entrato nel ristretto club degli over 2700. I suoi 2704 punti Elo ne fanno il 33esimo giocatore al Mondo.

 

GM Baadur Jobava (GEO)

Baadur Jobava (Gali, 26 novembre 1983) è un Grande Maestro georgiano.


È stato campione georgiano nel 2003 e nel 2007. Ha partecipato a 5 Olimpiadi degli scacchi (2000, 2002, 2004, 2006, 2008), vincendo due medaglie d'oro individuali nel 2004, come miglior quarta scacchiera e come miglior prestazione Elo, con 8,5 punti su 10. Nel 2006 ha vinto il prestigioso Open Aeroflot. Tra gli altri tornei vinti ricordiamo Leinzell (2001), Dubai (2003), Skandenborg (2005) e Tbilisi (2009).

È diventato noto per la sua preparazione delle partite dopo aver battuto il Grande Maestro Evgeny Bareev in una linea lunga 34 mosse, interamente preparata, nel 2003. Nel 2004 ha vinto in un modo simile alle Olimpiadi contro Alexander Grischuk.
Secondo il database di chessgames.com, Jobava ha, tra i Grandi Maestri attualmente in attività, la maggior percentuale di sacrifici vincenti.

Partecipa per la prima volta al Torneo di Capodanno. 2696 punti ne fanno il 39° giocatore del ranking mondiale

 

GM Viktor Bologan (MDA)

Viktor Viorel Bologan (14-12-1971) è un Grande Maestro moldavo.
La sua vittoria più importante è stata il Torneo di Dortmund del 2003 dove ha preceduto giocatori del calibro di Kramnik, Anand e Leko.

Nello stesso anno vince anche l’Aeroflot Open di Mosca, uno dei più grandi tornei Open al mondo con più di 150 Grandi Maestri partecipanti.

Tra gli altri successi ricordiamo Poikovsky (2001 e 2005), Pamplona (2002), Dortmund (2003), Reykiavjk (2004), Sarajevo e Canadian Open di Edmonton (2005)

Ha difeso i colori della nazionale moldava in 8 Olimpiadi (da Manila 1992 fino alle ultime svoltesi a Dresda lo scorso anno)

E' alla sua seconda apparizione a Reggio Emilia dove ha disputato la 39a edizione (1996-97) finendo secondo alle spalle del vincitore, il GM polacco Michal Krasenkow.

Attualmente con i suoi 2692 punti Elo è al 43° posto del ranking mondiale.

 

GM Konstantin Landa (RUS)

Nativo di Omsk. Si forma alla scuola di scacchi moscovita “Botvinnik-Kasparov”. Diventa Grande Maestro nel 1995.

Nel 1999 si trasferisce a Dortmund. Tra i tornei vinti in carriera ricordiamo l’Open Oberwart (1994), il torneo chiuso di Noyabrsk (1995), l’open di Ubeda (1999), il Neckar Open (2001), la Pyramiden-Franken-Cup di Furth (2002), il Bavarian Masters di Bad Wiessee (2002), il Festival di Trieste (2005) e il torneo IHEM di Amburgo (2007).

E’ alla quinta partecipazione  consecutiva al torneo di Reggio che ha vinto nel 2005-2006.

65° della graduatoria Elo internazionale con 2664 punti.

 

GM Fabiano Caruana (ITA)

Fabiano Caruana è nato il 30 luglio 1992 a Miami, in Florida, da padre italo-americano e madre italiana.

All'età di quattro anni la sua famiglia si trasferì a Park Slope, un quartiere di Brooklyn lo stesso in cui Bobby Fischer ha vissuto durante la sua gioventù.
All'età di cinque anni, il suo talento per gli scacchi fu scoperto in un programma di dopo scuola nella congregazione Beth Elohim a Park Slope, Brooklyn. Fabiano ha giocato il suo primo torneo nel Polgar Chess Center nel Queens, sempre nella città di New York. Fino all'età di dodici anni ha vissuto e giocato negli Stati Uniti, partecipando solo occasionalmente ad alcuni tornei europei e sudamericani.
Il suo primo allenatore, all'età di sei anni, è stato il Maestro Nazionale Bruce Pandolfini, interpretato dal famoso attore Ben Kingsley nel film del 1993 In cerca di Bobby Fischer. Tra gli otto e i dodici anni, ha studiato con il Grande Maestro Miron Sher. Nel 2002 si è imposto all'attenzione degli appassionati, sconfiggendo a New York, a soli dieci anni, il Grande Maestro Aleksander Wojtkiewicz. Lo stesso anno, e l'anno successivo ha vinto due edizioni dei Campionati giovanili panamericani. Nel 2004, a 12 anni, si è trasferito con la sua famiglia da New York a Madrid, in Spagna, per dedicarsi agli scacchi in un modo più serio.

Ha studiato inizialmente con il Maestro Internazionale Boris Zlotnik a Madrid, e successivamente con il Grande Maestro Alexander Chernin (il suo attuale allenatore) a Budapest in Ungheria dove la famiglia Caruana si è trasferita nel 2007.

Nell'aprile 2006 ha conseguito il titolo di Maestro Internazionale. Al suo primo Campionato Italiano (Cremona 2006) ha conquistato un lusinghiero secondo posto dopo un avvincente spareggio lampo con Michele Godena. Nel 2006 vince anche i tornei di Madrid e Alcalà de Henares.

Caruana nel 2007 vince 3 tornei First Saturday di Budapest consecutivi (marzo, aprile e luglio) ottenendo altrettante norme di Grande Maestro e conseguente conquista del titolo.

E' il 15 luglio 2007 e Caruana diventa a 14 anni 11 mesi e 15 giorni il più giovane Grande Maestro della storia italiana e uno dei più giovani al mondo. Il titolo è stato ratificato dalla FIDE nel mese di settembre 2007. Caruana è il quinto giocatore nella storia italiana ad avere ottenuto tale titolo.

Nel 2007 vince anche il torneo di Vlissingen pattando nell'ultimo turno in 82 mosse contro l'ex campione del mondo FIDE Rustam Kasimdzhanov ed ottenendo una performance di 2715 punti Elo.

Il 4 dicembre 2007 si è laureato Campione d'Italia a Martinafranca ottenendo un perentorio 9.5/11 e distanziando di ben tre punti i secondi in classifica, il MI Sabino Brunello ed il GM Carlos Garcia Palermo.

La sua prima consacrazione internazionale tra i "senior" è stata la vittoria nel gruppo C nel Torneo di Wijk Aan Zee del gennaio 2008. Totalizzando 10 punti sui 13 possibili, ha distanziato il rivale più vicino di due punti. Questo successo lo ha aiutato a diventare il primo italiano nella storia a superare i 2600 punti Elo, il 1º aprile 2008 con un punteggio di 2620

Nel novembre 2008 è prima scacchiera della nazionale italiana alle Olimpiadi degli Scacchi di Dresda ottenendo una lusinghiera prestazione (battuto tra gli altri il numero 12 del ranking FIDE, il GM inglese Michael Adams).

Il 14 dicembre 2008 si riconferma Campione Italiano a Martinafranca con il punteggio di 8/11 e mezzo punto di vantaggio su Michele Godena.

Nel gennaio del 2008 Caruana ha partecipato al Torneo B di Wijk Aan Zee (diritto ottenuto con la vittoria nel Torneo C l'anno prima) In questo torneo (Categoria 16, Elo medio 2641) Caruana si è trovato nell'ultimo turno al secondo posto ed opposto al capoclassifica Nigel Short. Dopo quasi sei ore e 67 mosse ha vinto la partita e il torneo con un punteggio 8.5/13 e una prestazione Elo di 2751. Nella storia dei tornei Corus, Caruana è l'unico giocatore a vincere consecutivamente Corus C e Corus B. Questa vittoria gli conferisce il diritto di partecipare al Torneo A nel prossimo gennaio.

Dal 4 all'11 aprile ha partecipato a Sochi al 16° campionato russo a squadre, con la squadra "Circolo 64 di Mosca", ottenendo 5 punti su 6 (+5 –1), con una prestazione Elo di 2896 punti. Ha vinto tra gli altri con due "Super-GM": Sergei Rublevsky e Ni Hua. La sua squadra si è classificata seconda dopo quella di Tomsk.

Dal 9 al 17 maggio ha disputato la Mitropa Cup con la nazionale italiana in Slovenia, ottenendo 6 punti su 8 e la medaglia d'oro come prima scacchiera, con una prestazione Elo di 2729 punti e contribuendo al 2° posto finale della nazionale italiana dietro alla Croazia solo per spareggio tecnico.

Fabiano Caruana sarà fra i 128 giocatori che dal 20 novembre al 15 dicembre si giocheranno a Khanty-Mansiysk, in Siberia, l'accesso alle fasi finali del successivo ciclo mondiale.

Partecipa per la prima volta al Torneo di Capodanno dove si presenta con i suoi 2652 punti Elo che ne fanno il numero uno al mondo tra gli Under 18 (81° assoluto del ranking mondiale)

 

GM Eltaj Safarli (AZE)

Grande Maestro azerbagiano di Baku (città natale di Kasparov) classe 1992. Elo attuale 2592.

Diventa Grande Maestro nel 2008 all'età di 16 anni.

Nel 2002 vince il campionato del mondo Under-10 di Heraklion

Nel 2003 vince il campionato europeo Under-12 di Peniscola

Nel 2006 vince l'open Aeroflot (Torneo B) di Mosca

Nel 2007 vince l'Essent Open di Hoogeveen, è 2° nel Campionato nazionale (dietro a Guseinov) e nel Torneo di Istanbul.

Nel dicembre 2008 è secondo a Palma di Maiorca (dietro al GM inglese Haslinger).

Prima partecipazione a Reggio Emilia.

 

GM Michele Godena (ITA)

Nativo di Valdobbiadene (TV). Impara a giocare a scacchi nel 1972 (l’anno della celebre sfida Spassky-Fischer). Nel 1982 è 2° ex-aequo al Campionato Mondiale Under 16, dietro il russo Bareev.

Diventa Maestro dal 1984 e Maestro Internazionale dal 1988. Nel 1996 ottiene il titolo di Grande Maestro alle 32° Olimpiadi degli scacchi di Yerevan (Armenia).

Annovera nel suo palmares le vittorie in innumerevoli tornei: Aosta, Asti, Cannes, Arco di Trento, Bolzano, Genova, Padova, per citarne solo alcuni. Nel 2000 al Torneo Zonale di Mondariz, si qualifica per il Campionato del Mondo, prima volta per un italiano. Nel febbraio 2006 è primo ex-aequo nel prestigioso torneo Aeroflot di Mosca (Torneo A2). Cinque volte Campione Italiano Assoluto (1992, 1993, 1995, 2005 e 2006), il suo 5° titolo conquistato a Cremona al termine di un emozionante spareggio col giovane talento Fabiano Caruana. Sette volte Campione Italiano a squadre con Marostica.

Ha partecipato a 11 edizioni delle Olimpiadi e a 8 Campionati Europei a Squadre. Medaglia d’argento a squadre in Mitropa Cup nel 2007 in Ungheria e quest’anno in Slovenia. Campione dell'Unione Europea nel 2007 ad Arvier con un notevole 8/10 (6 vittorie e 4 patte) Nel 2008 vince a Lugano e Genova. Undicesima presenza a Reggio dove ha disputato 8 edizioni consecutive del Torneo di Capodanno (dal 1990 al 1998) vincendo anche uno dei suoi titoli nazionali (1992).

Secondo tra gli italiani con l'Elo di 2537.

 

MI Sabino Brunello (ITA)

Maestro Internazionale bergamasco Classe 1989. Nel 2002 giunge secondo al Campionato Italiano Under 20. Diventa Campione Italiano Under 18, partecipando in seguito al mondiale Under 16. Nel 2003 partecipa al mondiale Under 18 e l'anno successivo vince il torneo di Chiaravalle con una performance di oltre 2600 punti Elo.

Nel 2005 ottiene la sua prima norma da MI a Verona, seguita da una seconda norma alla Mitropa Cup, in Austria. Al mondiale Under 16 arriva sedicesimo, diventando in seguito Campione Italiano con la squadra di Penne. Nel 2006 consegue la terza norma da MI a Verona che gli vale la definitiva conferma del titolo.

Ha partecipato con ottimi risultati (quarta norma di M.I. con performances di 2549 punti Elo) alle Olimpiadi di Torino 2006 nella squadra Italia 2 assieme ai coetanei Denis Rombaldoni, Ronchetti e Vocaturo vincendo la medaglia d’oro per la fascia C. Sempre nel 2006 è sedicesimo al mondiale Under 20 di Yerevan.

Nel 2007 ha ottenuto la sua prima norma di GM al Campionato dell’Unione Europea ad Arvier  e ha conquistato il secondo posto nel Campionato Italiano Assoluto. Nel 2008 è componente della squadra olimpica italiana a Dresda.

Nel febbraio di quest’anno Brunello ha ottenuto la sua seconda norma di GM al Torneo di Cannes. A marzo si è imposto nel 15° Torneo Internazionale di Verona.

Brunello partecipa per la seconda volta al Torneo di Capodanno dopo l’esordio nella 49esima edizione. Terzo del ranking italiano con 2507 punti.

 

GM Daniele Vocaturo (ITA)

Nasce a Roma nel 1989. Nel 1998 partecipa al suo primo torneo, il Campionato Italiano UISP nella categoria "pulcini" arrivando primo e l'anno successivo ottiene la promozione alla terza nazionale. Partecipa a diversi Campionati Italiani Giovanili classificandosi nelle prime posizioni e a un Campionato Europeo nel 2002, anno in cui raggiunge la categoria di CM.

Nel 2005 diventa MF e nello stesso anno ottiene 3 norme da MI. Nel Febbraio del 2006 raggiunge i 2400 punti Elo FIDE ottenendo così, a soli 16 anni, il titolo di Maestro Internazionale.

Alle Olimpiadi di Torino è seconda scacchiera della squadra Italia 2, con la quale conquista una medaglia d'oro di categoria. Sempre nel 2006 partecipa ai Campionati Europei Under 18 di Herzeg Novi e ai Campionati del mondo giovanili di Batumi, dove ottiene un prestigioso settimo posto dopo avere lottato a lungo per il podio. Vocaturo ha conquistato la prima norma di Grande Maestro all’Open del Rodano, in Francia, nell’ottobre 2008.

La seconda la ottiene all'Open internazionale di Reykjavik nel marzo 2009. A maggio arriva poi la terza e decisiva norma al torneo di Porto Mannu in Sardegna (vedi fotoreport) che gli vale il titolo di Grande Maestro ratificato dalla FIDE in ottobre.

Daniele è il terzo Grande Maestro nato e cresciuto in Italia dopo Michele Godena e Sergio Mariotti (che conquistarono il massimo titolo degli scacchi rispettivamente nel 1996 e nel 1974).

Seconda partecipazione al Torneo di Capodanno di Reggio Emilia (ha preso parte alla 48esima edizione). Lo scorso anno ha egregiamente commentato per il pubblico alla scacchiera murale  le performances dei suoi colleghi.

Quarto giocatore italiano per punteggio Elo (2500)

News: Aggiornamento ultime prestazioni dei protagonisti della 52a edizione

Le partite si disputeranno ogni giorno (escluso il turno di riposo di Capodanno) alle 14,30. Fa eccezione l'ultimo turno di mercoledì 6 gennaio che inizierà alle 10,30 con cerimonia di premiazione a seguire prevista per le 16,00. Il tempo di riflessione è di 1 ora e 40 minuti per 40 mosse quindi 50 minuti per terminare la partita con 30 secondi di incremento a partire dalla prima mossa. A dirigere il torneo sarà quest'anno l'Arbitro Internazionale Cristina Pernici Rigo, coadiuvata dagli Arbitri Nazionali Angelo Mancini e Antonio Sfera.

Arbitro Principale del Torneo: Cristina Rigo
Gli Arbitri Nazionali Angelo Mancini e Antonio Sfera

Le partite del torneo potranno  essere seguite direttamente presso la sede di gioco tramite uno schermo gigante o via internet tramite il sito: www.ippogrifoscacchi.it.

La manifestazione sarà anche seguita con la consueta professionalità sul blog del sito Scacchierando

Lo schermo gigante dove il pubblico può seguire l'andamento di tutte e 5 le partite
Come si può vedere qui la sala di gioco è proprio dietro lo schermo gigante per cui si raccomanda di "mettere il bavaglio" a cellulari & C."

Ci sarà poi la tradizionale sala commenti, ripristinata in occasione dell'edizione del Giubileo, dove il Grande Maestro croato Miso Cebalo (fresco vincitore del titolo di Campione Mondiale di Scacchi Seniores a Condino) illustrerà le strategie di gioco dei suoi colleghi al pubblico presente. Poi saranno gli stessi giocatori, che al termine dei propri matches, e dopo la consueta analisi post-mortem, passeranno in sala commenti per spiegare i segreti dei loro successi o le cause delle loro sconfitte.

La Sala Analisi (qui l'analisi post-mortem tra il vincitore della scorsa edizione Ni Hua e Marin)
Cebalo spiega in diretta al pubblico l'andamento delle partite del turno in corso.

Nella serata del 6 Gennaio al termine della premiazione si svolgerà la ormai consueta simultanea su 30 scacchiere, tenuta da uno dei protagonisti della 52 edizione del Torneo di Capodanno e organizzata per onorare la memoria dei Maestri reggiani Tullio Trincardi e Mauro Reggiani.

E quindi la parola d'ordine è come di consueto......Passa anche tu all'A-storia! Si inizia lunedì 28 dicembre alle ore 10,30 con il sorteggio degli incontri.